Salviamo la Rocca Vecchia di Gorgona

Gorgona, la più piccola e la più settentrionale isola del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, ospita uno dei più bei castelli costieri d’Italia.
I Pisani, quando la loro repubblica marinara era tra le più potenti del Mediterraneo, costruirono, attorno all’anno Mille, una torre nel luogo meno accessibile dell’isola.
A Gorgona c’era allora un importante monastero benedettino, ma la posizione strategica dell’isola rendeva necessaria la presenza di una fortificazione.
Col tempo la torre fu rafforzata, circondata da mura più robuste ed ampliata nelle volumetrie abitative, fino ad assumere l’aspetto attuale: quello di un possente maniero.
Ogni volta che i monaci, seppur quasi inermi, assaliti da pirati e corsari riuscivano a rifugiarsi all’interno delle sue mura, salvavano la vita e la libertà.
Mai la rocca fu espugnata.
Sembra quasi incredibile che un’isola di appena 2 kmq possa accogliere un castello così possente nella sua austerità. La Rocca Vecchia è il simbolo della Gorgona.
Ne raccoglie e ne riassume la storia.
Chiunque abbia avuto modo di recarsi alla Gorgona è rimasto sorpreso dalla maestosa imponenza dell’edificio che quasi all’improvviso appare agli occhi del visitatore.
Un piccolo gioiello di architettura militare medievale affacciato su uno strapiombo di circa 200 metri sopra l’azzurro mare che circonda l’isola.
Costruita con le rocce del luogo, l’impressione è che l’isola partorisca, proiettandola in alto, verso il cielo, la sua più antica testimonianza del lontano medioevo.
Purtroppo, però, l’incuria e l’abbandono ne hanno fortemente compromesso la stessa stabilità. E ora la rocca sta per collassare.
La Rocca Vecchia è un inestimabile bene comune.

FIRMIAMO
questa petizione che chiede che le Autorità competenti quali il Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria, il Comune di Livorno, il Parco Nazionale, la Soprintendenza, la Regione Toscana, insieme, trovino le risorse necessarie per impedirne il crollo ormai imminente.
Si chiede che si intervenga urgentemente almeno per il consolidamento della struttura, ed evitarne la completa distruzione, così come, mirabilmente, è stato fatto dal Parco Nazionale per l’altra splendida fortificazione all’Elba: il Volterraio.
Se la Rocca Vecchia crolla non sarà solo Gorgona a perdere un simbolo, ma sarà un’ulteriore sconfitta per il patrimonio culturale del nostro paese.
Facciamo sentire la nostra voce, affinché anche le future generazioni possano godere dello spettacolo e delle emozioni offerte da questo antico maniero.Gorgona_2015_27-min (3)

I commenti sono chiusi.